Penso che la bambina: poesie inedite di Ilaria Palomba

Penso che la bambina
ferita oltre la grata
sia volontà minima.
Suo padre l’abbandonò
fuligginoso fiume
nel fondo dell’abisso.

*

Le tavole vermiglie
i giochi dell’infanzia
nello scaffale nudi
a ghermire i ricordi.
E noi ci attorcigliamo
ai bambini che fummo
immoti giocolieri
franiamo nell’eterno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *